A A A A

  • Iscriviti ai nostri feed Scrivi al WWF Trieste
Statuto


Art. 1 - Denominazione e sede
L’Associazione WWF di Trieste, associazione di volontariato, con sede a Trieste, si costituisce e dota del presente Statuto. Opera democraticamente, persegue esclusivamente finalità di solidarietà, non ha fini di lucro e si avvale in modo determinante e prevalente delle prestazioni personali, volontarie e gratuite dei propri associati. Rappresenta la continuazione ideale della Sezione di Trieste del WWF, costituita nel 1971.

Art. 2 – Scopo e attività
L'Associazione ha come scopo:
a) la tutela dell’ambiente e la conservazione della biodiversità delle specie e degli ecosistemi nell’ecoregione mediterranea – alto adriatica e del Carso;
b) la promozione dell’uso sostenibile delle risorse naturali;
c) la lotta all’inquinamento, allo spreco e all’uso irrazionale delle risorse naturali, del territorio e dell’energia.
d) la memoria dei naturalisti giuliani e di tutti coloro che si impegnarono per la conoscenza e conservazione dell’ambiente della Venezia Giulia.
Il perseguimento di questi scopi avviene attraverso:
1. la formazione culturale e scientifica , l’educazione ambientale e l’educazione alla legalità ambientale;
2. la promozione di metodi partecipativi alle pubbliche scelte che abbiano rilevanza ambientale;
3. la sensibilizzazione dell’opinione pubblica e delle istituzioni;
4. la ricerca scientifica e l’innovazione;
5. la gestione di aree di interesse naturalistico;
6. la prestazione di attività di consulenza tecnico-scientifica;
7. la vigilanza ambientale, la tutela giuridica e giudiziaria dell’ambiente anche attraverso la proposta di normative e regolazioni amministrative;
8. l’organizzazione di iniziative culturali, di divulgazione della cultura e l’effettuazione di escursioni naturalistiche.
Le attività dell’associazione si conformano ai principi fondamentali, agli scopi e ai programmi del WWF Internazionale e del WWF Italia.

Art. 3 - Ambito di attività
L’Associazione opera nel territorio della provincia di Trieste.

Art. 4 - Soci
Possono aderire all’Associazione i soci del WWF che condividono le finalità dell’Associazione locale.
La domanda è sottoscritta per presentazione da parte di due soci. L’ammissione è accettata nella prima riunione utile del Consiglio direttivo. Il rigetto della domanda è motivato.
I soci hanno diritto a partecipare alle attività promosse dall’Associazione e a eleggerne gli organi direttivi.
Gli associati prestano la loro opera ed assumono le cariche sociali in modo personale e gratuito e non hanno diritto ad alcun compenso se non al rimborso delle spese sostenute.
La qualifica di socio si perde per:
a) annuale mancato pagamento della quota sociale;
b) dimissioni volontarie;
c) radiazione qualora il comportamento e le attività del socio siano in palese contrasto con i principi e le finalità dell’Associazione.

Art. 5 – Assemblea
L’assemblea si riunisce almeno una volta all’anno su convocazione del Presidente o, in caso di sua inerzia, di un quinto dei soci. L’assemblea è convocata previa comunicazione ai soci dell’ordine del giorno inviato con un anticipo di almeno dieci giorni, per posta elettronica o altro mezzo di comunicazione indicato all’atto dell’iscrizione. Possono partecipare all’Assemblea tutti coloro che siano in regola con le quote sociali al momento del convocazione. E’ regolarmente costituita in prima convocazione con la presenza della metà più uno degli associati; in seconda convocazione qualunque sia il numero dei presenti. L’assemblea delibera a maggioranza ad eccezione dei casi indicati nello statuto. Determina annualmente la quota associativa. Provvede alla radiazione dei soci che contravvengano ai doveri statutari. Quest’ultima deliberazione è assunta con voto segreto e dopo aver ascoltato le giustificazioni dell’interessato ed è motivata. L’assemblea può designare, su proposta del Direttivo, soci onorari tra eminenti personalità che abbiano dato un contributo significativo alla tutela dell’ambiente.

Art. 6 - Consiglio direttivo
Il consiglio direttivo è l’organo di governo e di amministrazione dell’Associazione ed opera in attuazione delle volontà e degli indirizzi generali dell’assemblea. E’ composto da tre a cinque membri, eletti dall’assemblea tra i soci e dura in carica tre anni. Nomina tra i suoi componenti il Presidente, il vice Presidente e il tesoriere. Delibera a maggioranza dei componenti.

Art. 7 - Presidente
Il presidente rappresenta legalmente l’Associazione. Convoca l’Assemblea e il Consiglio direttivo e presenta annualmente una relazione sull’attività svolta.

Art. 8 – Incompatibilità e conflitto di interessi
Non può essere eletto ad alcuna carica associativa il socio che:
a) ricopra cariche consiliari, di rappresentanza istituzionale, esecutive o fiduciarie in organizzazioni politiche e sindacali ed enti territoriali e locali;
b) sia candidato a competizioni elettorali di qualsiasi ente pubblico;
c) ricopra incarichi consiliari o di rappresentanza istituzionale o comunque incarichi non retribuiti nella Fondazione WWF Italia, o in altre società o enti collegati o controllati dall’associazione, dal WWF Italia o dalla predetta Fondazione;
d) intrattenga rapporti di qualsiasi natura retribuiti dall’Associazione, dal WWF Italia o da altre società, enti, strutture professionali che collaborano con le suddette Associazioni a titolo oneroso, compresa la Fondazione WWF Italia, o che siano collegate o controllate dalle stesse;
e) svolga attività in conflitto di interessi con l’Associazione di volontariato.

Art. 9 - Patrimonio
Le risorse economiche dell’Associazione sono costituite da:
a) beni mobili e immobili;
b) contributi e quote associative;
c) donazioni;
d) ogni altra entrata ammessa dalla legge 266/1991. Gli utili o avanzi di gestione sono impiegati per la realizzazione delle attività istituzionali o di quelle a esse direttamente connesse. E’ vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, nonché fondi riserve o capitale, durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposti dalla legge.

Art. 10 - Bilanci
I bilanci preventivo e consuntivo sono redatti annualmente a cura del Consiglio direttivo. Il bilancio coincide con l’anno solare, l’esercizio finanziario si chiude il 31 dicembre di ogni anno. Il bilancio consuntivo è sottoposto entro il mese di aprile all’approvazione dell’assemblea. Nel bilancio risultano i beni, i contributi e i lasciti ricevuti. Gli avanzi di gestione sono impiegati per la realizzazione delle attività stabilite dall’Associazione e di quelle a esse direttamente connesse.

Art. 11 – Durata, scioglimento e devoluzione dei beni
La durata dell'Associazione è illimitata. Lo scioglimento dell'Associazione è deliberato dall'Assemblea dei soci che delibera validamente in presenza dei due terzi degli iscritti, provvedendo contestualmente alla nomina di uno o più liquidatori. L'eventuale patrimonio esistente è devoluto al WWF Italia ONLUS.

Art. 12 - Statuto
L’Associazione è disciplinata dal presente statuto ed agisce in conformità alla legge 11 agosto 1991 n.266 ed alla legge regionale sul volontariato. Le modifiche del presente statuto sono deliberate dall’Assemblea dei soci che delibera a maggioranza in prima convocazione in presenza dei tre quarti degli iscritti e, in seconda, qualunque sia il numero dei presenti.

(Approvato il 22 settembre 2014)